Terni 1944. Storie di guerra, Resistenza, Liberazione

Sabato 9 giugno 2012

il Gruppo Grotte Pipistrelli e il Club Alpino Italiano di Terni,

in collaborazione con il Comune di Terni, la Biblioteca Comunale, l’Arci e l’A.N.P.I,

organizza una visita guidata ai rifugi antiaerei della città di Terni articolata in due itinerari

 

Maggiori informazioni nel sito :

http://www.pipistrellicaiterni.it/

Posted in Senza categoria | Leave a comment

CAMPO 1° MAGGIO- Cittareale 28-29-30 Aprile/ 1° Maggio 2012

Il Gruppo Grotte Pipistrelli sta organizzando anche quest’anno il tradizionale campo speleologico a Cittareale, occasione per gli speleologi umbri e non solo, per andare in grotta insieme, fare escursionismo risalendo Valle San Rufo fino alla cima di Monte Pozzoni, sedere ad un tavolo a fine giornata stanchi e sporchi, progettare, scherzare…. Il Gruppo Grotte Pipistrelli crede in tutto questo!! Il Campo verrà montato nella mattinata del 28 aprile e smontato nel primo pomeriggio del 1° maggio, vi chiediamo di inviarci prima possibile la vostra adesione per organizzarci al meglio tramite mail ( pipistrelli (at)pipistrellicaiterni.it o lasciando un messaggio nella pagina contatti del sito) Siamo a circa a 1.100 mt slm. (abbigliamento adeguato!!) e l’ingresso grotta è situato 150 mt più in alto rispetto al campo, al termine del prato e dentro il bosco a ridosso della prime rocce. Il GGP mette a disposizione il solito tendone verde Montana come mensa e un secondo tendone più piccolo per potersi cambiare all’uscita dalla grotta anche di notte. Per l’occasione riaprirà la trattoria speleo ” Dal Pota” curata dal cuoco Silvano con i suoi assistenti. C’è acqua a disposizione per tutti data la vicinanza del fontanile di Valle San Rufo, sono vietati i fuochi mentre è consentito solo quello all’interno del campo. CHI NON COMUNICA PREVENTIVAMENTE LA PARTECIPAZIONE NON MANGIA!!!!!!! L’organizzazione offrirà pasta, vino e caffè, per il resto ognuno dovrà provvedere per conto proprio. Se il tempo lo permetterà, la nostra idea è quella di rivedere subito all’uscita dalla grotta le immagini prese all’interno, dato che ormai ognuno di noi possiede una fotocamera o telecamera digitale. Stiamo organizzando il tendone con generatore elettrico per proiettare immagini e video da dvd, notebook e similari, per cui i partecipanti sono invitati a portare documentazione del lavoro svolto nei gruppi di appartenenza. Per il pernottamento è possibile montare tende e sostare con camper e roulotte, valgono però le regole del buon senso per non lasciare rifiuti e non danneggiare il prato. Dato che il GGP ha la responsabilità del posto nei confronti del Corpo Forestale e del Comune i partecipanti si dovranno attenere alle indicazioni date dai soci in merito al parcheggio auto e montaggio tende. Il posto è facilmente raggiungibile e solo l’ultimo tratto di strada è bianca, in salita con buche. Per chi viene dalle Marche (zona Amatrice) e da Antrodoco (RI), l’uscita di riferimento dalla statale è quella di Cittareale. Dopo aver attraversato il paese e costeggiato la Rocca, si prosegue per circa 3 km seguendo sempre la strada asfaltata che risale la valle tagliando sul lato destro. Quando la strada curva a sinistra attraversando la valle e appena superato il ponte sul fiume Velino (che lì è poco più di un torrente) si gira subito a destra imboccando la strada bianca in salita e siete quindi in prossimità del campo.
In allegato le cartine con le indicazioni stradali
Vi aspettiamo!
Il presidente del GGP Paolo Boccaccini

Visualizza

Visualizza Campo Speleo Cittareale in una mappa di dimensioni maggiori

Posted in Senza categoria | Leave a comment

XIX Corso Introduzione alla Speleologia Gruppo Speleologico CAI Spoleto

Il Gruppo Speleologico CAI di Spoleto

organizza il

XIX Corso di Introduzione alla Speleologia

dal 05 Maggio al 03 Giugno 2012.

Scarica il programma qui

PER INFO è possibile inviare un’email a gruppospeleospoleto( at )gmail.com ,
recarsi alla sede C.A.I. di Spoleto situata a Piazzale Polvani n°8 ( sopra la stazione )
aperta ogni venerdì dalle 18.00 alle 20.00 oppure telefonare al 3386862178.

Posted in Corsi Speleo | Leave a comment

Campo Speleo Città Reale – Pipistrelli CAI Terni

CAMPO SPELEO CITTAREALE 2012
28-29-30 APRILE- 1° MAGGIO
CITTAREALE (Ri), Valle San Rufo

Il Gruppo Grotte Pipistrelli CAI Terni anche quest’anno organizza il tradizionale campo speleologico ed estende l’invito agli altri gruppi speleo. Con l’intenzione di ampliare la partecipazione,comunichiamo volutamente in anticipo la data di questo evento. Farà seguito nelle prossime settimane un nuovo comunicato con notizie più dettagliate in merito alla logistica e il programma delle attività. Il GGP garantirà
un minimo di vitto ai partecipanti e chiediamo quindi una conferma della partecipazione, una vostra comunicazione per rendere possibile l’organizzazione di questo campo tramite mail

pipistrelli( at )pipistrellicaiterni.it

o lasciando un messaggio nella pagina contatti del sito http://www.pipistrellicaiterni.it/
Il consiglio del GGP

Posted in Campi Speleo | Leave a comment

Su RAI Storia venerdì 16 i Sotterranei di Narni

“ALLA RICERCA DELLA VERITÀ”
IL FILM DOCUMENTARIO SU RAI STORIA, Canale 54 del Digitale Terrestre

Il film documentario “Alla ricerca della verità”, prodotto dall’Associazione Culturale Subterranea per raccontare le vicende legate alla Narni Sotterranea, verrà trasmesso su RAI Storia il prossimo venerdì 16 marzo 2012 alle ore 23.
Dopo il grande successo ottenuto alla prima nazionale lo scorso 4 dicembre, presso il cinema Monicelli a Narni, quando oltre 1000 persone applaudirono le immagini proiettate sul grande schermo, ora il filmato, girato in HD, della durata di 58 minuti, sottotitolato in inglese, è stato chiesto dall’emittente televisiva nazionale per essere trasmesso in una serie di puntate sull’inquisizione.
Il film documentario ripercorre tutti gli avvenimenti che portarono alla scoperta della verità sui sotterranei ritrovati dal Gruppo Speleologico UTEC Narni nel 1979; esso contiene le interviste ai protagonisti e le ricostruzioni storiche degli eventi che hanno contraddistinto l’attività del Sant’Uffizio nel XVIII secolo ma soprattutto cercano di fare luce sulla vita di Giuseppe Andrea Lombardini, il prigioniero che lasciò i numerosi graffiti nella ormai famosa cella.

Alla ricerca della verità

Guarda il Trailer de “Alla Ricerca della Verità”

Recensione personale di Andrea Scatolini al documentario
Mi sento molto coinvolto in questo progetto, naturalmente perchè faccio parte del cast e sono intervistato, ma soprattutto perchè i Sotterranei di San Domenico di Narni fanno parte della storia del mio Gruppo Speleologico UTEC NARNI e in parte anche della mia attività speleologica. La scoperta dei sotterranei, quando ancora non facevo parte del gruppo, l’apertura al pubblico con visite guidate, il successivo passaggio di gestione dall’UTEC all’Associazione Subterranea, i tanti interrogativi che emergevano nella lettura dei graffiti costituiscono una vero “case of study”: Le prime esplorazioni furono sicuramente casuali, ma non troppo, visto che l’UTEC era alla ricerca di cavità artificiali nel centro storico, andando ad ispezionare le pareti della rupe di Narni in cerca di condotti di “troppo pieno”. Seguirono ricerche in archivio, continue da parte di Roberto Nini che è quello che racconta la storia nel documentario in prima persona, forse una voce narrante esterna avrebbe spersonalizzato un pò il racconto, ma Roberto è anche quello che ha sempre creduto nel progetto, portandolo avanti in prima persona, investendo tempo libero e interesse. Insieme a lui molti giovani appassionati si sono avvicendati sia nella gestione delle visite guidate che nelle ricerche storiche e bibliografiche e non tutti purtroppo sono ricordati nel documentario.
Molte scoperte sono avvenute in maniera quasi casuale e la chiave di volta delle nuove ricerche sono stati i visitatori, che si sono proposti nella ricerca della verità, secondo le loro competenze e le loro possibilità, dando modo alla storia di evolversi e di giungere a conclusione.
Dal punto di vista mio personale il documentario ripercorre in maniera abbastanza corretta le fasi della ricerca, senza caricare il film di inutili suspance e attese o interrogativi che tengono sul filo del rasoio lo spettatore; La storia si alterna tra presente e passato con credibilità anche quando si parla di fantasmi e presenze: posso dire per esperienza diretta che non c’è alcuna finzione e che non tutti gli avvenimenti “strani” sono stati raccontati, per non indebolire la serietà del documento. Di documento infatti si tratta, visto che porta alla luce fatti e avvenimenti di un periodo storico poco conosciuto sia per la nostra città che per lo Stato Pontificio in genere.
Un’altra nota importante è che tutta la vicenda “sotterranei” è supportata da centinaia di persone che in comune hanno il fatto di conoscere Roberto Nini: Dagli scopritori, ai ricercatori, ai ragazzi che gestiscono le visite, ai 150 volontari che si sono dati disponibili per la realizzazione del film, c’è una intera comunità di persone che gratuitamente nel corso degli anni hanno dato il proprio piccolo e grande contributo, e arrivare in TV a RAI Storia con un documento serio e reale, e non con un un filmetto da SKY o con una trasmissione tipo Misteri, Vojager o altra robetta, è il coronamento di tanti anni di impegno e lavoro, è il ringraziamento per tutte le persone che in qualche modo ci hanno creduto. E’ l’occasione questa per ricordare un tema a me caro, quello secondo cui il motore della Storia non sono i grandi personaggi, i conquistatori, i re, soprattutto oggi come oggi gli incapaci politici e amministratori, ma il vero asse portante e cuore pulsante della società sono le persone comuni, molto spesso straordinarie nella loro quotidianeità, che nell’inseguimento di un sogno e delle loro passioni portano cultura, ricchezza e conoscenza: i piccoli ingranaggi del mondo, gli Hobbit del Signore degli Anelli.

Da speleologo dell’UTEC NARNI aggiungo che questo documentario fa finalmente chiarezza su tante piccole e grandi incomprensioni tra l’UTEC e l’Associazione Subterranea e rende giustizia totale alla storia, sancisce una totale e definitiva riappacificazione e collaborazione tra le due associazioni, perchè è vero che è la storia della ricerca effettuata da Roberto Nini, ma dal documentario è evidente che nasce dallo spirito di esplorazione, dalla curiosità e dalla caparbietà di quei ragazzi speleologi dell’UTEC, tanto che alla fine della proiezione della “Prima” al cinema, ho ricevuto i complimenti e i ringraziamenti dal Sindaco e dal Vicesindaco, che sanno benissimo che faccio parte dell’UTEC e non della Subterranea e a fine proiezione io e gli atri dell’UTEC presenti in sala, Virgilio, Zeno e molti altri, ci siamo guardati con soddisfazione: “Beh… U’Tob ha fatto un buon lavoro” ci siamo detti, riferendoci a Roberto Nini.

Andrea Scatolini

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Corso Regionale d’armo

Il corso è organizzato dall’Organo Tecnico Territoriale Operativo (OTTO) Speleologia GR Umbria del Club Alpino Italiano con l’intento di trasmettere ai partecipanti le più moderne tecniche d’armo speleologico al fine di permettere agli stessi una crescita delle proprie competenze in ambiente carsico ed una maggiore operatività all’interno dei rispettivi Gruppi Speleologici.
Il corso è aperto a tutti i soci CAI regolarmente iscritti per l’anno 2012, che abbiano compiuto 15 (quindici) anni di età e che abbiano sostenuto un Corso di Introduzione alla Speleologia CAI.

N.B. IL CORSO E’ STATO RINVIATO AL 21-22 APRILE

Maggiori informazioni all’interno del modulo di adesione.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Vette in Vista

La montagna con i suoi protagonisti, amanti e appassionati torna in città dal 26 al 29 gennaio 2012. Appuntamento con la 4^ edizione di “Vette in Vista”, rassegna di cinema di montagna ed esplorazione organizzata dall’Associazione “Stefano Zavka e dalla Sezione Provinciale del C.A.I. di Terni. La manifestazione sarà ospitata dal Centro Museale CAOS (ex Siri) a partire dalle 17.30 di giovedi 26 gennaio. Anche per questa edizione un programma ricco e vario in cui ospiti, esperti, alpinisti e tanti film provenienti dal Trento Filmfestival si alterneranno sul palcoscenico della sala dell’orologio. Non mancheranno sorprendenti novità come la straordinaria mostra fotografica sulle Dolomiti e il neonato concorso per video di montagna. Questo e molto altro nei 4 giorni di “Vette in Vista”. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Vette in Vista

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Aspettando il 46° corso con il Gruppo Grotte Pipistrelli

Come ogni anno il Gruppo Grotte Pipistrelli propone un corso di base per poter progredire autonomamente nel mondo ipogeo ed acquisire nozioni su i principali temi della speleologia. Il corso si divide in 5 lezioni teoriche che si terranno presso la nostra sede e in 5 lezioni pratiche suddivise a loro volta in: due palestre esterne su pareti di roccia (per imparare l’uso delle attrezzature per la progressione su corda) e tre uscite in diverse grotte, ove metteremo in pratica tale progressione.

Il 46° corso di speleologia si svolgerà nel mese di marzo e terminerà la prima domenica di aprile 2012

Maggiori info http://www.pipistrellicaiterni.it/

Corso GGP Terni

Corso GGP Terni

Posted in Corsi Speleo | Leave a comment

Mostra a Todi “Supra Murum”

GRUPPO SPELEOGICO TODI

Dal 6 al 23 dicembre 2011-  Piazza del Popolo

POZZI E TERRAZZAMENTI DELL’AREA ORIENTALE DEL FORO ROMANO DI TODI

Curatore Maurizio Todini

Manifesto Supra Murum

Manifesto Supra Murum

Posted in Senza categoria | Leave a comment

IL BUIO E’ BELLO SOLO SOTTOTERRA

buio

———————————————————————————————————–

In queste ore l’informazione, anche quella speleologica libera e indipendente, rischia di non poter più continuare a fornire quel servizio che nel corso degli anni ti è stato utile e che adesso, come al solito, stavi cercando. Questo riquadro nero serve per farti sapere che c’è il rischio che fra poco si sia costretti a cancellare davvero i nostri blog.

Il Disegno di legge – Norme in materia di intercettazioni telefoniche etc., p. 24, alla lettera a) del comma 29 recita:

«Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono.»
Negli ultimi anni, la lettura di siti di informazione speleologica libera e indipendente è entrata a far parte delle abitudini di migliaia di utenti della Rete in cerca di un sapere neutrale, gratuito e soprattutto libero.

Oggi, purtroppo, i pilastri di questi progetti — neutralità, libertà e verificabilità dei loro contenuti — rischiano di essere fortemente compromessi dal comma 29 del cosiddetto DDL intercettazioni.

Tale proposta di riforma legislativa, che il Parlamento italiano sta discutendo in questi giorni, prevede, tra le altre cose, anche l’obbligo per tutti i siti web di pubblicare, entro 48 ore dalla richiesta e senza alcun commento, una rettifica su qualsiasi contenuto che il richiedente giudichi lesivo della propria immagine.

Purtroppo, la valutazione della “lesività” di detti contenuti non viene rimessa a un Giudice terzo e imparziale, ma unicamente all’opinione del soggetto che si presume danneggiato.

Quindi, in base al comma 29, chiunque si sentirà offeso da un contenuto presente su un blog, su una testata giornalistica on-line potrà arrogarsi il diritto — indipendentemente dalla veridicità delle informazioni ritenute offensive — di chiedere l’introduzione di una “rettifica”, volta a contraddire e smentire detti contenuti, anche a dispetto delle fonti presenti.

In questi anni, gli autori dei siti di informazione speleologica sono sempre stati disponibili a discutere e nel caso a correggere, ove verificato in base a fonti terze, ogni contenuto ritenuto lesivo del buon nome di chicchessia; tutto ciò senza che venissero mai meno le prerogative di neutralità e indipendenza del Progetto, affrontando temi scottanti, come la salvaguardia delle aree carsiche, delle risorse idriche, delle emergenze archeologiche, storiche, naturalistiche, operando contro lobby forti, contro le cave, contro le amministrazioni locali, contro interessi di speculatori senza scrupoli.

Sia ben chiaro: nessuno di noi vuole mettere in discussione le tutele poste a salvaguardia della reputazione, dell’onore e dell’immagine di ognuno. Si ricorda, tuttavia, che ogni cittadino italiano è già tutelato in tal senso dall’articolo 595 del codice penale, che punisce il reato di diffamazione.

Con questo comunicato, vogliamo mettere in guardia i lettori dai rischi che discendono dal lasciare all’arbitrio dei singoli la tutela della propria immagine e del proprio decoro invadendo la sfera di legittimi interessi altrui. In tali condizioni, gli utenti della Rete sarebbero indotti a smettere di occuparsi di determinati argomenti o personaggi, anche solo per “non avere problemi”.

Vogliamo poter continuare a mantenere la nostra informazione libera e aperta a tutti. La nostra voce è anche la tua voce: l’informazione speleologica è già neutrale, perché neutralizzarla?

I webmaster dei siti speleologici italiani

*Testo ispirato dal comunicato di Wikipedia che ha appena annunciato la chiusura del suo sito”

Fonte Scintilena

Posted in Senza categoria | Leave a comment